Alfaeditrice.it
31 Mar 2017

tre

L’Emissario è la storia di due fratelli torinesi, Marina e Giorgio Casana, rispettivamente di 17 e 15 anni che in vacanza in Sardegna, mentre trascorrevano una normale giornata di mare in un isolotto della marina di Buggerru assieme a genitori e amici, vengono prelevati da sei banditi armati e mascherati e trasferiti all’Hotel Supramonte. Grazie ai potenti agganci della famiglia Casana con le alte sfere religiose, viene individuato subito il giusto emissario nella figura di Padre Onni, lussurgese, vero uomo di chiesa ma dal carattere forte, autoritario, e poco diplomatico. Trovato l’emissario, iniziano i ragionamenti e quindi gli abboccamenti coi rapitori. Sono giorni lunghissimi, trascorsi in attesa di una lettera, di un annuncio sul giornale locale... Trattativa estenuante in cui l’emissario è come una noce in uno schiaccianoci: da una parte ci sono i banditi, dall’altra le forze dell’ordine. L’emissario è quello che rischia di più, ma in giro tra le strade sarde, alle ore più assurde e seguendo gli itinerari più strampalati, ha un unico obiettivo, frutto di una promessa fatta ai genitori: riportare a casa sani e salvi Giorgio e Marina a costo di andare contro la legge, contro le forze dell’ordine... a costo della propria vita. Un romanzo che ricostruisce in maniera minuziosa e fedele cose realmente accadute in un crescendo di suspance e pathos che ci accompagnano fino all’epilogo conosciuto. Un romanzo che racconta la verità nuda e cruda su uno dei sequestri che, alla fine degli anni '70, ha fatto clamore per come è stato orchestrato, condotto e risolto. 

Blog Image

Condividi